Permesso di costruire temporaneo

 

Descrizione
È la procedura che si applica per l’installazione di manufatti precari, diretti a sopperire bisogni transitori e comunque destinati fin dall’origine ad essere rimossi al venir meno delle ragioni della sua realizzazione.
È disciplinato dal Regolamento per l’installazione e rimozione delle strutture precarie e temporanee, approvato con deliberazione consiliare n. 34/2005 e dagli artt 10 e segg. del D.P.R. n. 380/01.

Procedura
Per ottenere il Permesso di Costruire occorre presentare istanza in bollo, corredata dai documenti minimi di rito occorrenti per l’istruttoria della stessa.
L’istanza deve contenere i seguenti dati:
1. dati anagrafici, codice fiscale e/o partita IVA

  • del richiedente
  • del tecnico progettista
  • degli eventuali cointestatari
  • degli eventuali contro-interessati titolari di diritti soggettivi tutelabili

2. deve indicare, inoltre:

  • l’anagrafe catastale dell’immobile oggetto di intervento e la sua identificazione toponomastica
  • la destinazione d’uso;
  • i titoli abilitativi edilizi precedenti
  • gli interventi oggetto di richiesta

Documentazione occorrente

1 estratto autentico di mappa o tipo di frazionamento rilasciato in data non anteriore a mesi sei
2 certificato catastale (visura) riguardante tutte le particelle relative al lotto
3 copia  dell’atto di proprietà
4 stralcio della tavola di zonizzazione urbanistica del P.R.G. con indicazione dell’area oggetto di intervento
5 planimetria di zona, su aerofotogrammetria e su catastale, in scala da 1:500 e 1:2000 e comunque tale da rappresentare l’intervento da realizzare in relazione al più ampio contesto in cui si inserisce
6 elaborati grafici di progetto completi di piante, prospetti e sezioni n scala 1:100 o 1:50
7 relazione tecnica esplicativa dell’intervento con le caratteristiche tecnico-costruttive dei materiali,delle modalità di impiego, degli elementi strutturali e delle finiture
8 attestato di pagamento dei diritti di segreteria
9 attestato di pagamento dei diritti di istruttoria
10 relazione geologica di compatibilità dell’intervento con il PSAI della Autorità di Bacino Campania Sud ed Interregionale del Fiume Sele
11 relazione idraulica di compatibilità dell’intervento con il PSAI della Autorità di Bacino Campania Sud ed Interregionale del Fiume Sele ( nel caso l’area sia interessata da conoide)
12 documentazione fotografica con punti di fuoco ubicati su planimetria
13 polizza fidejussoria assicurativa o bancaria, a garanzia di un importo pari all’ammontare stabilito dalla perizia di stima sull’entità degli interventi necessari per la realizzazione delle strutture in parola, incrementato di un 30%, secondo quanto disposto dall’art.6, comma 6 del Regolamento succitato.
14 dichiarazione di impegno a rimuovere, alla scadenza del termine di validità dell’autorizzazione, i manufatti temporanei e precari e ridurre in pristino l’originario stato dei luoghi

Nota:
La Polizza fidejussoria assicurativa o bancaria, prodotta a garanzia dell’intervento deve essere di importo pari all’ammontare stabilito dalla perizia di stima sull’entità degli interventi necessari per la rimozione delle strutture in parola, incrementato di un 30%, secondo quanto disposto dall’art. 6, comma 6, del Regolamento succitato.